Archives for razze

Il modo più semplice di prendersi cura dei gatti

Avrete bisogno di tanta dedizione per possedere un gatto in quanto effettivamente richiedono delle cure (sebbene non tante come i cani!) e possono vivere fino a 15 anni (ed anche di più in alcuni casi).

I gatti richiedono cibo (giornalmente), cure e “tempo per giocare” regolarmente. Prima di prendere un gatto, dovrete anche mettere in conto il pagamento delle fatture del veterinario per i vaccini annuali, gli antiparassitari ed eventuali cure in caso di malattie. Queste fatture a volte possono essere molto costose ma potete acquistare una assicurazione per animali domestici – potrebbe essere una buona idea quella di dare un’occhiata in giro per conoscere l’offerta migliore.

Prima di prendere un gatto dovreste comprare delle ciotole per cibo ed acqua, un collare (se volete che il gatto ne indossi uno), una lettiera (o un’imbottitura per animali), un po’ di giochi adatti e del cibo.

Un gattino dovrebbe essere nutrito 4 volte al giorno con una piccola quantità di cibo per ogni pasto, riducendo a 3 volte al giorno dopo i 3 mesi, e poi a 6-8 mesi 2 pasti al giorno. I gatti più grandi (più di 12 mesi) dovrebbero ingerire cibo solo 2 volte al giorno (di solito mattina e sera).

prendersi_cura_del_proprio_gattoI gatti si lisciano il pelo da soli, ma utilizzare una spazzola morbida sul gatto, specialmente se è di una varietà a pelo lungo, aiuterà a ridurre il numero di boli di pelo nello stomaco del gatto, causati dal fatto che per spazzolarsi da soli si leccano.

Se decidete di apporre una gattaiola sulla vostra porta in modo che il gatto possa entrare e uscire a suo piacimento, dovrete educarlo ad usarla.  Potete usare dei bocconcini per invogliare il gatto ad andare attraverso la gattaiola, quando è completamente aperta. Cominciate a tenere la finestrella completamente aperta, semplicemente mostrando il bocconcino, poi la volta successiva chiudetela un po’ e continuate a fare così fino a quando il gatto non realizza che l’aletta si apre con una leggera pressione della testa.

Ai gatti piace affilare i loro artigli sulla maggior parte dei mobili di casa! Mobili, angoli di muri (carta da parati), tappeti. Investite in un palo per graffiare – ce ne sono di diversi tipi fra cui scegliere. Quando il gatto comincia a graffiare sollevatelo e posizionatelo vicino al palo per graffiare, comprenderà subito il messaggio e utilizzerà il palo invece dei mobili.

Se avete paura che si perda o che sia coinvolto in un incidente, potete far inserire un  micro-chip (grande più o meno quanto un chicco di riso) nella parte posteriore del collo del gatto. Il chip contiene informazioni che possono aiutare a capire che il gatto appartiene a voi.

Spesso si dice che “un gatto sa badare a se stesso da solo’. Questo ovviamente non è propriamente vero, ma effettivamente i gatti hanno una natura più indipendente rispetto agli altri animali domestici. Detto questo, sono comunque dei compagni ideali se vi “permettono” di essere loro amici.

Uno sguardo alle razze di gatti

Nel corso dei millenni i gatti hanno subito un bel po’ di cambiamenti negli accoppiamenti e nelle razze. All’inizio venivano usati solo per uno scopo – cacciare ed uccidere i roditori.  Con il passare degli anni,  abbiamo cominciato ad allevare i gatti per il nostro piacere. Attualmente, esistono numerose razze di gatti diverse – e per distinguerle basta guardarle da vicino.

Ai nostri giorni ci sono più di 70 razze diverse di gatti che vengono riconosciute attraverso i registri dei gatti. Esistono molti registri che riconoscono circa 40 razze, in quanto escludono le razze più domestiche come ad esempio i tigrati.  Esistono anche delle varianti, come ad esempio i gatti selvaggi dal pelo più lungo.gattino

Esistono delle razze di gatti le cui radici vanno ricercate abbastanza indietro nella storia. Alcune razze giapponesi, come ad esempio il Bobtail, risalgono addirittura a più di 1000 anni fa. Questi gatti erano molto comuni e noti nel Giappone Medievale. Attualmente invece essi non sono che un mito per tutto il Giappone ed in tutto il mondo.

Le razze di gatti più comuni che si trovano nel Nord America includono i gatti randagi, i gatti a pelo lungo, i gatti persiani. Anche i gatti siamesi sono diffusi sebbene essi siano noti per avere un temperamento instabile ed essere tendenzialmente aggressivi e distruttivi. I gatti Persiani sono molto popolari e hanno dimostrato essere una compagnia eccellente. I gatti persiani possono essere davvero costosi a seconda di dove vengono acquistati e del tipo di gatto.

I gatti randagi sono i più diffusi in Nord America. Attualmente ne esistono diverse razze, sebbene la maggior parte di noi li indichi semplicemente come gatti randagi. Sono dei bravi animali da compagnia e ne esistono letteralmente migliaia.  E’ noto che i gatti si riproducono più di ogni altro animale domestico e continueranno a farlo fino a quando qualcuno non li fermerà. I gatti randagi sono quelli che si riproducono di più, in quanto esistono centinaia di migliaia di gatti che non hanno una casa –  e che non hanno altro da fare se non riprodursi.

Il modo più semplice per capire di che razza è un gatto è guardarlo. Alcune persone scelgono di concentrarsi sul colore, anche se il colore non è così facile da identificare. Razze diverse di gatti possono avere un aspetto diverso, come ad esempio i Siamesi ed i Persiani. I gatti Siamesi sono quasi sempre neri, e facili da identificare attraverso il colore e gli occhi. I gatti Persiani, d’altro canto, sono facilmente identificati per la loro corporatura ed il loro pelo.

Nel corso degli anni sono sopravvissute solo poche razze. I gatti sono stati fra i primi animali domestici e quindi fra i più famosi. Milioni di persone in tutto il mondo possiedono dei gatti, e tantissime persone preferiscono i gatti a tutti gli altri animali domestici – inclusi i cani.   Non importa quale razza di gatto scegliete – quel che è certo è che avrete un animale che saprà essere un grande compagno per gli anni a venire.