I Gatti e la Tinea (o Dermatofitosi)

La dermatofitosi è una forma molto comune di malattia della pelle di cui possono ammalarsi sia i cani che i gatti. Sebbene il suo nome possa indurre in inganno questo disturbo della pelle non è causato da vermi. E’ di fatto causato da funghi conosciuti come dermatofiti che si nutrono dei tessuti morti che si trovano sulla superficie della pelle, e si diffondono su tutta la pelle dell’animale.

Nel caso dei gatti, c’è un tipo di fungo chiamato M Canis che viene trovato nel 95% dei casi di tinea. Di solito i gatti contraggono la malattia da oggetti infetti come lettiere, forbici, o un altro animale che ha già la malattia. Se ci sono in casa vostra o nei dintorni degli animali malati di dermatofitosi è molto probabile che il vostro gatto contragga la malattia.

Se avete in casa cuccioli o gatti con meno di un anno, dovreste sempre utilizzare delle precauzioni perché sono più inclini ad infettarsi. I cuccioli possono facilmente contrarre la malattia specialmente se possono andare fuori. POssono infatti entrare facilmente in contatto con un oggetto contaminato o con un altro gatto malato. Ai cuccioli è necessario molto tempo per sviluppare un buon sistema immunitario e quindi all’inizio sono più soggetti a varie malattie, fra cui la tinea.

I sintomi più comuni della tinea nei gatti sono peli ruvidi o spezzati, o perdita di peli attorno alla testa o alle zampe. La tinea può facilmente essere identificata per la presenza sul corpo di una zona di pelle squamosa che appare pruriginosa e infiammata. Inoltre ci saranno dei peli spezzati attorno a quella zona. QUest’area è molto sensibile e non bisogna mai provare a toccarla per non far del male al vostro gatto.

Se notate uno dei suddetti sintomi nel vostro animale dovete immediatamente prendere appuntamento con il veterinario. Se il veterinario fa una diagnosi di dermatofitosi può prescrivere degli unguenti o delle compresse. Sarà lui a indicarvi il livello di serietà della malattia. Se prescrive delle compresse dovrete somministrarle al vostro gatto insieme al cibo. Gli unguenti invece vengono di solito spalmati sul corpo con applicazioni topiche. Dovrete usare quello che vi viene prescritto dal veterinario quotidianamente, per garantire che il vostro gatto guarisca. Il processo di guarigione avrà bisogno di tempo, di solito attorno alle sei settimane o più.

I gatti che hanno la tinea dovrebbero essere etichettati come infetti. Se avete bambini a casa teneteli lontani dall’animale. Ogni volta che toccate il gatto, usate dei guanti. La tinea è contagiosa e quindi dovete usare tutti gli opportni accorgimenti. Anche se si tratta di un disturbo lieve, la tinea può causare problemi seri a causa dei lunghi tempi di guarigione e per il fatto di essere contagiosa.

 

Leave a Reply